La Città dei Cittadini - Tivoli.
Cultura e Opinione Politica nel Web
Indietro
Home
Riforme - Modifiche al sistema.

Referendum costituzionale del 4 dicembre 2016, bocciato dal popolo italiano.
La riforma costituzionale pastrocchio proposta dal PD, anzi quasi imposta dall'alto, al popolo italiano non è piaciuta poiché l’ha bocciata con il referendum. (Quasi 20 milioni di italiani, circa il 60% degli elettori). Bisogna prenderne atto, non dire che “la riproporrei identica", come qualcuno ama affermare in televisione e dimostrare che il senso della democrazia e del rispetto del popolo non lo ha mai avuto. Le riforme devono servire per migliorare il funzionamento dello Stato e le condizioni di vita dei cittadini, non per interessi partitici, di conquista del potere e delle poltrone.

Riduzione dei costi e delle poltrone inutili e parassitarie.
1) Dimezzamento del numero dei parlamentari e dei loro stipendi e benefit, e riduzione dei costi di funzionamento dell'apparato di Camera e Senato. Si risparmierebbe una enorme spesa pubblica e il parlamento funzionerebbe meglio.

2) Abolizione del CNEL e delle Province.
L'abolizione del CNEL, da tutti riconosciuto come Ente inutile, e delle Province, ormai sostituite dalle Città Metropolitane, potrebbe realizzarsi con facilità, presentando apposito provvedimento in Prlamente, senza necessità di inserirlo in una riforma più complessa e più difficile da approvare.

Indietro
Home