La Città dei Cittadini - Tivoli.
Cultura e Opinione Politica nel Web
Indietro
Home
Partiti politici

Partiti pieni di debiti.
Se alcuni partiti sono pieni di debiti, non pagano il fitto dei locali e vengono sfrattati per morosità, è perché non sanno amministrare i propri bilanci, poiché quando si tratta di maneggiare i soldi degli altri, si spende e si spande e si scialacqua senza ritegno, e nessuno ne risponde.
I partiti che non hanno i propri conti in ordine e non sanno amministrare con giudizio e oculatezza le risorse finanziarie di cui dispongono, non sono idonei per amministrare i bilanci pubblici. Non possiedono i requisiti di idoneità per essere ammessi alle elezioni per incompatibilità e inidoneità accertata.

Conti correntidella Lega bloccati: Non tutto il male viene per nuocere.
Con i conti correnti bloccati viene offerta alla Lega la possibilità di dimostrare, così come già fatto dal M5S, che si può fare politica e campagna elettorale con mezzi propri e con spese contenute, senza fare vergognoso scempio del denaro dei cittadini sprecato in modo indegno con il finanziamento pubblico ai partiti e rimborsi elettorali vari.

Movimenti e Partiti Politici. Pari sono.
M5S. Elezione Di Maio. Critiche, polemiche, liti interne.

Nei movimenti politici si verificano i medesimi gravi difetti dei partiti politici: personalismi, arrivismi, gelosie, invidie, tradimenti, colpi bassi, e contrapposizioni fratricide. Il dibattito interno sulle diversità di opinione e sulle cose da fare, non si concretizza in una linea politica approvata dalla maggioranza e quindi accettata e valida per tutti, ma genera fratture insanabili e lotte senza esclusione di colpi. Sulle nomine e spartizioni di poltrone, poi, guerra all’ultimo sangue: ricordano i duelli dei gladiatori.
Le conseguenze sono che non si rema tutti dalla stessa parte e i risultati sono pessimi, insoddisfacenti e deludenti. Un caos indescrivibile che impedisce al cittadino di capirci qualcosa.
Partiti e Movimenti finiscono così per essere gli uni la brutta copia degli altri.

M5S. Elezione Di Maio. Capo del movimento?
Ritengo che un capo che rappresenti ufficialmente il movimento e assolva il compito di portavoce ultimo debba esserci, però affiancato da un direttorio eletto dagli iscritti, che deliberi a maggioranza e le cui decisioni valgono categoricamente per tutti, anche per i bastian contrari.

Da cosa può dipendere il pessimo funzionamento dei partiti e movimenti politici? Quando vanno a governare hanno troppo potere e troppa discrezionalità nel maneggiare il pubblico denaro e nel mettere le tasse.


Indietro
Home