La Città dei Cittadini - Tivoli.
Cultura e Opinione Politica nel Web
Indietro
Home
Corruzione.

Per combattere la corruzione occorre togliere l’occasione che fa il politico ladro.
Troppa libertà per i politici di maneggiare, spendere e dilapidare ingenti somme di pubblico denaro e di lasciare debiti negli enti pubblici senza neppure risponderne, di affondare la mani nelle tasche dei cittadini come meglio credono, di autorizzare la spesa pubblica proprio piacimento e in modo improprio, di attribuirsi stipendi e compensi esagerati, vitalizi e prebende varie senza alcuno scrupolo.

Proporzione: La crescita della corruzione è direttamente proporzionale al potere di gestire con troppa discrezionalità il denaro pubblico e di mettere tasse su tasse.

Per combattere la corruzione occorrono provvedimenti adeguati, non buone intenzioni.
Per combattere la corruzione occorre cambiare le regole del gioco, quelle che consentono ai politici e ai pubblici amministratori di gestire il denaro pubblico con troppa libertà e di scialacquarlo senza risponderne. Occorre inoltre una magistratura contabile meglio organizzata e più efficace, e organi di controllo con il potere di intervenire per annullare provvedimenti sospetti, di sanzionare e di rispondere delle proprie sviste e missione di controllo.

Indietro
Home