La Città dei Cittadini - Tivoli.
Cultura e Opinione Politica nel Web
Indietro
Home
Unione Europea.

Libera circolazione di merci e persone. E’ il vanto della UE: sono aboliti i dazi protettivi, niente controlli e niente registrazioni.
Ma le merci che circolano tra gli Stati membri, sono tutte genuine e corrispondono alle caratteristiche riportate sulle etichette? E le persone che vengono e vanno liberamente da uno Stato all’altro sono tutte brava gente incensurata e non vi sono pregiudicati, violenti e incivili? Chi garantisce?
Io avrei voluto che la UE fosse stata l’esatto contrario di quello che è, e che avesse imposto la ibera circolazione di merci e persone senza dazi, ma con garanzia che le merci che entrano in Italia siano controllate, genuine e perfettamente corrispondenti alle caratteristiche dichiarate sulle etichette, mentre le persone da ospitare siano solo quelle con la fedina penale pulita, munite di attestato di identità con l’indicazione di dove possono essere reperite e disposte ad accettare le nostre tradizioni e il nostro modo di vivere e non imporre il loro.
Avrei voluto che la UE fosse nata per migliorare la vita dei popoli degli Stati membri e non per far dilagare inciviltà, confusione e caos generale.

La UE troppo lontana dai bisogni dei popoli. Solo funzione di indirizzo.
Sbagliato cedere la sovranità nazionale e monetaria. Auspico che alla UE venga riconosciuta soltanto una funzione di indirizzo e di coordinamento a titolo consultivo, ma senza potere di interferire nell’autonomia dei singoli Stati e, soprattutto, senza possibilità di maneggiare denaro pubblico, poiché quando ci sono di mezzo immense quantità di denaro pubblico, gli interessi economici dei poteri forti sovrastano qualunque necessità dei popoli. Un organismo che si riunisce senza spese, di volta in volta come ospie nei singoli Stati.

C'è chi medita di imporre un'Eurotassa, come embrione di uno Stato federale.
L’UE non si accontenta dei tantissimi miliardi di cui dispone, ne vuole ancora, meditando di imporre l’Eurotassa, cos' come è abituato a fare il Governo, le Regioni, i Comuni, le imprese dei servizi di gas e luce e simili.Ttutti a miungere il cittadino. Più soldi incamerano e più ne vogliono, senza alcun limite e senza alcuno scrupolo di coscienza nell’affamare il popolo e nel far dilagare disoccupazione e povertà.
No all’eurotassa e no all’imposizione dall’alto di imposte, tasse e gabelle varie. Occorre invece stabilire un limite massimo che a nessuno è consentito di superare.

Le spese improduttive della UE impoveriscono gli Stati membri.
L’Unione Europea è un mostro burocratico che costa 150 miliardi l’anno provenienti, per la maggior parte, dagli Stati più grandi (Germania, Gran Bretagna, Francia, Italia.)
10 miliardi l’anno servono per finanziare il carrozzone dei principali organi istituzionali, che si muove tra Bruxelles, Strasburgo e Lussemburgo.
Il Parlamento costa 2 miliardi circa, il Consiglio 550 milioni, la Commissione 3,5 miliardi, la Corte di Giustizia 400 milioni e la Corte dei Conti Ue 140 milioni circa.
Ulteriori spese improduttive e sprechi vari non mancherebbero da aggiungere, e superstipendi, costo degli apparati, pranzi, trasferte ecc.
Questi non sono soldi spesi bene. Troppo scarsi, inadeguati o del tutto inesistenti i benefici per i popoli dell’Unione.

Euro e Unione Europea. Quali risultati finora?
L'Euro ci ha dimezzato il potere di acquisto di stipendi e salari in modo secco, dall'oggi al domani. Siamo diventati subito più poveri del 50%. La UE ci deruba la sovranità nazionale e ci sta trasformando tutti in sui sudditi che contano meno di nulla. La distanza tra cittadino e potere politico, lobbistico e delle cricche internazionali è diventata abissale e c’è chi vuole anche accrescerla. A chi giova?

L'Unione Europea ci impone l'immigrazioen selvaggia?
Non capisco perché agli Stati membri della UE non debba essere riconosciuto il diritto di regolare autonomamente e come meglio credono l’immigrazione nel proprio Paese, e perché debbano essere obbligati a subire l’imposizione di accettare clandestini e di farsi invadere?
C’è da chiedersi: La UE è in netta antitesi con la libertà e la democrazia dei popoli

Indietro
Home