La Città dei Cittadini - Tivoli.
Cultura e Opinione Politica nel Web
Indietro
Home
Voltagabbana. Cambi di casacca. Salto della barricata. Diserzione.

Ultima legislatura terminata il 31/12/2017. Nuovo record di voltagabbana.
Nella Prima Repubblica, quando partiti e uomini politici avevano il senso dello Stato e della dignità personale, i cambi di casacca dei parlamentari erano rarissimi. L’ultima legislatura, terminata il 31/12/2017, è stata una delle più instabili della Repubblica Italiana. Si è verificato un numero di cambi doppio rispetto alla legislatura passata, e ha raggiunto il nuovo record di n. 526 cambi, 296 alla Camera e 228 al Senato. Il fenomeno ha interessato il 35% degli eletti. I parlamentari protagonisti di questi spostamenti sono stati n. 336: deputati 203 e senatori 133.

Il Parlamento dei voltagabbana non è altro che una truffa.
Il Parlamento Italiano (così come per Comuni e Regioni), sta diventando il centro focale dell’instabilità governativa, il regno del trasformismo e della mala politica: deputati e senatori trasmigrano da un partito all’altro quasi quotidianamente, con il massimo della disinvoltura, senza una motivazione valida, rinnegando così qualunque ideologia e il mandato elettorale conferito dagli elettori.
C’è chi sostiene, e non a torto, forse, che il motivo principale di questa pratica politica umiliante, che dovrebbe far arrossire i protagonisti, è fare affari, mettersi a disposizione del miglior offerente.
Un Parlamento gravemente inquinato da una girandola di voltagabbana e da una schiera di franchi tiratori, non è che una truffa politica poiché non è più in grado di garantire democrazia e rappresentatività popolare.

I partiti che li accolgono, sono peggiore dei voltagabbana.
Colui che non condivide più la linea politica del partito che lo ha eletto, moralmente, eticamente e dignitosamente si dimette, non salta la barricata, non passa nell’altro fronte come un disertore, ma lascia la poltrona e il ricco stipendio e va a casa.
I partiti che accolgono nel loro seno i transfughi, per garantire la tenuta del governo che ha perduto la maggioranza, moralmente ed eticamente sono peggiori dei voltagabbana stessi, e il loro tradimento della democrazia e della rappresentatività popolo è molto più grave e più da condannare.

Maximulta per i voltagabbana? Arma di dissuasione spuntata.
Nel tentativo encomiabile, di far eleggere persone affidabili e che diano garanzia nel sostenere la linea politica del movimento, il M5S ha più volte inserito nel proprio statuto la previsione di una multa, prima 150 €, poi 250 ed ora 100 mila €, agli espulsi e ai voltagabbana. Questo perché disperano dal poter ottenere una norma costituzionale che garantisca affidabilità e coerenza politica dei parlamentari, osteggiata da troppi partiti.
Purtroppo, questo provvedimento non è che un’arma di dissuasione piuttosto spuntata. Se il voltagabbana non la paga, cosa gli fanno, il pignoramento dei beni? Poiché la legge non può obbligarli a pagare, i voltagabbana non la pagheranno di sicuro. Quindi è inutile.

Indietro
Home