La Città dei Cittadini - Tivoli.
Cultura e Opinione Politica nel Web
Indietro
Home
Elezione - Commenti vari.

Elezioni più snelle e meno costose.
Con i passi da gigante fatti dalla tecnologia, internet ecc. le elezioni dovrebbero svolgersi in modo più semplice e più snello e costare molto meno. Si potrebbero persino evitare lo scomodo dei cittadini di recarsi ai seggi elettorali. Ma non si fa nulla perché in Italia a nessuno piace abbattere le spese inutili e parassitarie.

Gli incapaci e coloro che non rispettano il mandato elettorale, dovrebbero dimnettersi.
Se quando si governa dopo aver vinto le elezioni, non si è in grado o non si vuole rimuovere gran parte delle nefandezze commesse dalle Giunte precedenti, e si finisce per seguire il solito andazzo, sarebbe stato meglio non vincerle le elezioni. Bisognerebbe avere la moralità e il rispetto di se stessi dimettendosi e non facendosi più vededre.

Se non si crea una maggioranza di governo, non ci resta che piangere.
“Se dopo le elezioni non si ha una maggioranza di governo, poco male, si torna a votare.” Lo dicono tranquillamente tutti i partiti, irresponsabili e dannosi, come se nulla fosse. E invece si tratta di una cosa molto grave. E’ la dimostrazione che i partiti non pensano al bene del Paese, ma mirano solo al loro interesse personale, e non riscuotono più la fiducia degli elettori.
Se non c’è la maggioranza, i partiti risarciscano lo Stato dell’enorme spesa elettorale inutile.
Se si torna a votare, bisogna che i vecchi tromboni della politica del disastro, se ne vadano in pensione e lascino il posto alla nuova generazione.
E’ ora che si pensi a cambiare classe politica con soli volti nuovi e immacolati, e soprattutto non condannati.

Se non si cambia, meglio dimettersi.
Se non si è in grado di rimuovere le mille nefandezze commesse delle Giunte passate, è meglio non vincerle le elezioni; si perde la faccia, si riconsegnano le pubbliche amministrazioni nelle mani dei peggiori e si fanno altri danni alle città e ai cittadini.

Indietro
Home