La Città dei Cittadini - Tivoli.
Cultura e Opinione Politica nel Web
Indietro
Home
Legge elettorale

La legge elettorale è fondamentale per la democrazia. Manipolarla per privilegiare alcuni partiti e approvarla con il voto di fiducia è l’esatto contrario della democrazia.

NUOVA LEGGE ELETTORALE. SE QUESTA E' DEMOCRAZIA?
L’accordo trasversale dei partiti partorisce una legge elettorale artefatta, complicata e incomprensibile a gran parte degli elettori, che consegna il Parlamento nelle mani dei nominati dai partiti e che impedisce al popolo sovrano di eleggere i propri rappresentanti tramite le preferenze.
Lo Stato italiano è ancora una Repubblica Democratica, o si è di fatto trasformata in una dittatura dei partiti?
Il 14 ottobre 2017 la Camera ha approvato il Rosatellum, con i voti favorevoli del Pd, Ap, Civici, Minoranze linguistiche. Contrari: M5s, Mdp e Fdi. Invece, FI e Lega sono usciti dall’Aula per abbassare il quorum e favorire così l’approvazione della nuova legge elettorale.
Ora si attende l’0esito del voto al Senato.

26/10/2017. Con 214 voti favorevoli e 61 contrari, oltre a 2 astenuti, l’aula del Senato ha dato il via libera definitivo al nuovo sistema elettorale misto, che prevede una ampia quota proporzionale e una parte di seggi attribuiti mediante collegi uninominali.

Nuova legge elettorale per la democrazia e la libertà.
La legge elettorale deve servire per permettere ai cittadini di eleggere i propri rappresentanti e di stabilire da chi vogliono essere governati, non per consentire ai partiti la spartizione del potere e delle poltrone. La legge elettorale artefatta, manipolata e rimaneggiata per consentire al partito più forte di fare incetta di poltrone, rappresenta un colpo mortale alla democrazia.

Legge elettorale non democratica.
La democrazia comporta piccole rinunce ai propri egoismi. Una legge elettorale che non permette ai cittadini di scegliere i propri rappresentanti, ma li obbliga a ingoiare i nominati dai partiti, non è una legge elettorale, ma uno strumento che serve a rafforzare la dittatura dei partiti.

Legge elettorale senza preferenze: democrazia calpestata.
Con una legge elettorale che consente i nominati dai partiti, non siamo più in democrazia. Il PD al Governo, con il sostegno dei partiti fotocopia, con la nuova legge elettorale ha abolito la democrazia in Italia.

Indietro
Home