La Città dei Cittadini - Tivoli.
Cultura e Opinione Politica nel Web
Indietro
Home
Chi siamo e cosa vogliamo fare.

Perché La Città dei Cittadini?
Il nome del Movimento nasce da un interrogativo: “E’ proprio vero che la città è dei cittadini che la popolano?”Alcuni di noi hanno espresso dei dubbi. C’è chi sostiene che la città, di fatto, non è dei cittadini ma dei politici che vincono le elezioni, che occupano e gestiscono gli organi istituzionali e credono di poter fare quel che vogliono come fossero dei proprietari terrieri. La città è di chi comanda, di chi assume e impone decisioni dall’altro che riguardano tutti, di chi agisce con eccessiva autonomia in nome e per conto di un popolo che viene del tutto ignorato, mai interpellato e che non può fare nulla per manifestare la propria contrarietà nei confronti di provvedimenti non condivisi o sbagliati, che non può incidere sulle scelte dell’amministrazione, che è costretto ad eseguire gli ordini, a rispettare le imposizioni e subire burocrazia e punizioni, senza alcuna possibilità reale di evitare ingiustizie e vessazioni di ogni genere.
Con il solo diritto di voto il cittadino non ha alcuna voce in capitolo. Passate le elezioni, non conta più nulla.
Noi riteniamo invece che la città debba essere più del cittadino e meno del politico, e che il cittadino sia più protagonista e meno suddito.
Vorremmo che si applicassero delle regole che consentissero ai cittadini di conoscere tutto ciò che accade nel Palazzo, (una trasparenza vera), di essere consultati e di poter partecipare alle scelte dell’Amministrazione, almeno a quelle di maggiore rilevanza.

Associazione Politico-Culturale nel web. Non è un partito politico né una lista civica, non è di supporto per campagne elettorali e per raccolta voti, ma è semplicemente una piazza, un luogo di incontro sul web e su Facebook, per promuovere e sviluppare la partecipazione dei cittadini al libero dibattito politico, su argomenti ben determinati, (non sulle persone), per ricercare e concordare insieme le modalità di risoluzione di specifici problemi, da proporre alla classe politica in carica.
E’ un’agorà in cui i cittadini che hanno idee. osservazioni e proposte da presentare per il cambiamento e al risoluzione dei problemi, possono esprimerle per farle conoscere agli altri.
Le idee espresse non andranno perdute, ma verranno inserite in una apposita raccolta, con possibilità di essere consultate e rielaborate in futuro.

Cos'è l'attività politica? Per noi “politica” è parlare dei problemi, evidenziare i difetti delle cose che non vanno bene, è proporre soluzioni possibili, è il tentativo di modificare l’andamento negativo delle cose, è la ricerca del cambiamento in meglio, è perseguire gli interessi del popolo in luogo di quello dei partiti e dei loro rappresentanti, è contrastare privilegi, ingiustizie e disparità di trattamento e far trionfare equità e giustizia.
Le scaramucce critiche fra partiti e personaggi politici, le accuse diffamatorie, i tradimenti e le lotte di potere, le beghe interne e i complotti, la macchina del fango, il gossip e le sciocchezze, la critica demagogica a scopo elettorale, ecc., non è fare attività politica, ma è degrado della politica, è la politica del livello sempre più basso e del nulla.
Noi non parliamo mai delle persone, non pubblichiamo foto compromettenti, scandalose, menzognere o di derisione e cerchiamo di evitare la politica spazzatura. Non facciamo propaganda politica ed elettorale per nessuno. Ci occupiamo solo dei problemi per quello che sono, a prescindere da chi li provoca, ci piace esprimere il nostro punto di vista senza fare sconti a nessuno e desideriamo conoscere il pensiero degli altri, non per il piacere di polemizzare, di controbattere e di rintuzzare, ma soltanto per conoscerlo e meditare.

Indietro
Home